Anticipi 10^ giornata Serie A: era da rigore il contatto tra Dybala e Bennacer?

Tutta l’attenzione degli anticipi della 10^ giornata di Serie A sul contatto tra Bennacer e Dybala: era da rigore?
Una topica di Calvarese c’è stata sicuramente: vediamo quale.

Torino – Fiorentina 1-1, arbitro Fabbri

Al minuto 30 Mazzarri viene allontanato dall’arbitro ravennate per proteste:

 

Proteste vibrate e continuate, nonostante il tentativo dei dirigenti del Torino di arginarle, conseguenziali ad una decisione di Fabbri sulla quale Mazzarri si è trovato in disaccordo.
Proteste, per la verità, non infondate:

Sotto gli occhi dell’arbitro il difensore della Fiorentina Vitor Hugo affronta in tackle l’avversario Iago Falque. Fabbri sanziona l’intervento con un calcio di punizione diretto (corretto) ma non ammonisce il difensore viola: scelta, quest’ultima, del tutto sbagliata. Si tratta, sotto ogni punto di vista, di un fallo imprudente, come tale sicuramente meritevole del cartellino giallo.
Legittimo, dunque, il malumore di Mazzarri ma ciò non toglie che la protesta sia stata (come spesso accade all’allenatore del Torino) decisamente oltre la linea che demarca una richiesta di attenzione da un’inescusabile maleducazione.
Corretta, pertanto, la scelta di Fabbri: non si può lasciare in panchina un dirigente che si comporti in questo modo, anche se come conseguenza di un errore disciplinare del direttore di gara.

Al minuto 92 proteste della Fiorentina per un presunto calcio di rigore.
Su rimessa laterale effettuata da Chiesta, il difensore del Torino Djidji tocca il pallone con il braccio destro:

L’azione prosegue concludendosi con un errato controllo di Simeone che si trascina il pallone oltre la linea di fondo campo.
Fabbri interrompe per pochi secondi il gioco, in tal modo consentendo ai VAR di rivedere l’episodio. Review che dura pochissimo, tanto è chiaro quanto accaduto.
La scelta di Fabbri e VAR è del tutto corretta: tocco involontario, il difensore è voltato di spalle rispetto al pallone che gli carambola addosso senza che neppure se ne accorga.

Empoli – Juventus 1-2, arbitro Calvarese

Tre episodi nel secondo anticipo del sabato (successivo ad Atalanta-Parma, diretta benissimo da Abisso sotto gli occhi di Rizzoli), con le inevitabili polemiche per il rigore concesso alla Juventus all’inizio del secondo tempo.

Al minuto 21 un episodio curioso ma, oggettivamente, di non marginalissima gravità, sebbene quasi nessuno se ne sia accorto. Fattispecie del tutto ininfluente per il risultato ma che lascia più di un dubbio.

Calvarese ordina la ripetizione di un calcio di rinvio effettuato da Sczeszny per questo motivo:

Nel momento in cui il portiere calcia il pallone, un giocatore dell’Empoli si trova nell’area di rigore.
Regolare? Ininfluente a meno che:

Il regolamento (pagina 78, Regola 8, L’inizio e la ripresa del gioco) impone la ripetizione del calcio di rinvio nel caso in cui un calciatore della squadra avversaria si trovi in area di rigore ed interferisca con l’azione. Come possa il giocatore dell’Empoli interferire con l’azione, è un mistero.
Eccezione di qualche lettore: “ma credo che abbia fischiato per la posizione irregolare di Pjanic all’interno della lunetta“.
Se questo fosse il motivo, sarebbe pure peggio: il calcio di rinvio è validamente effettuato se i calciatori sono fuori dall’area. La mezza luna non ha alcuna rilevanza nella dizione “area di rigore”.
Togliamoci, dunque, una curiosità: a che serve quella mezza luna? Serve solo ed esclusivamente ai fini della regolare battuta di un calcio di rigore, poiché i limiti della stessa si trovano a 9.15 metri dal dischetto del rigore (e 9.15 è la distanza da rispettare per [quasi] tutti i calci di punizione).

Finalmente il gioco riprende ma Calvarese lo interrompe nuovamente:

In questo caso perché il calciatore dell’Empoli si trovava fuori dall’area ma all’interno della mezza luna.
Insomma: spiace dover evidenziare questi particolari ma è ben grave che un arbitro, dopo 10 anni tra A e B, non sappia a cosa serve la mezza luna disegnata nei pressi dell’area di rigore…

Al minuto 44 Zajc colpisce il pallone in direzione della porta della Juventus, trovando la deviazione di Bonucci:

L’episodio, in sé, è abbastanza banale: Bonucci devia il pallone col braccio destro, del tutto aderente al corpo. Se, al contrario, il pallone avesse toccato il braccio sinistro, allora avremmo avuto un episodio da rigore poiché allargato ed atto ad occupare un volume maggiore.
Quel che ha stupito di questa fattispecie non è stata, dunque, la decisione assunta in campo (del tutto corretta) ma il fatto che Calvarese sia andato ad effettuare una “on field review“.
Per quanto mi concerne, in mancanza di certezze in merito, ho la netta sensazione che sia stato Calvarese stesso a chiedere di rivedere le immagini, fors’anche per l’ancora vivido ricordo di Cagliari-Juventus, gara nella quale venne negato ai padroni di casa un rigore netto per fallo di mano di Bernardeschi.
Ebbene, l’arbitro di Cagliari-Juventus era proprio Calvarese
e, dopo quella gara, Rizzoli espresse il concetto di andare a rivedere episodi di questo genere nel caso in cui “ci fosse un dubbio” (cioè NON SEMPRE ma solo in talune circostanze).
Probabile che Calvarese abbia preferito “perdere” qualche secondo per togliersi ogni dubbio piuttosto che andare negli spogliatoi col rischio di scoprire un errore.
Da parte mia è scelta che non condivido ma capisco: non c’era alcun bisogno di “on field review” ma è anche umano che l’arbitro, in conseguenza del il ricordo di un precedente non così datato, abbia avuto un eccesso di zelo.

Al minuto 52 l’episodio centrale e sul quale si sono accese polemiche.
Su un cross sbagliato di De Sciglio, Bennacer controlla male il pallone e finisce per impattare contro Dybala.
Calvarese fischia il calcio di rigore a favore della Juventus che sarà poi realizzato da Ronaldo.
Il primo elemento da evidenziare è il momento in cui Calvarese fischia il rigore: qualcuno ha detto (e scritto) che lo stesso arbitro avrebbe avuto un momento di titubanza non fischiando subito.
La circostanza è falsa.
Semplicemente Calvarese non ha fischiato il primo contatto:

Il primo contatto (gamba sinistra di Bennacer su gamba destra di Dybala) avviene nella prima immagine. Nell’immagine successiva compare Calvarese (evidenziato nel quadrato rosso): ebbene, come possiamo notare, la posizione è (in termini arbitrali) “scarica”. In sostanza il linguaggio del corpo non segnala l’intenzione di fischiare ma solo lo sguardo concentrato sul contrasto in divenire.

Scendendo nel particolare, in presa diretta il calcio di rigore pareva essere la conseguenza di una sciocchezza di Bennacer, incappato nella classica fattispecie del fallo negligente.
Le inquadrature da altre angolazioni non possono che confermare questa impressione:

Dopo il primo controllo sbagliato di Bennacer (che si allunga il pallone anticipando Bernardeschi) Dybala muove la gamba destra per proteggere il pallone. Il contatto tra la sua gamba sinistra ed il ginocchio di Dybala è lieve ed infatti Calvarese (come abbiamo visto in precedenza) non accenna nemmeno a portarsi il fischietto alla bocca.
Quanto accade immediatamente dopo non può essere in alcun modo considerato come un normale contrasto di gioco: Bennacer, ormai anticipato dell’avversario, gli frana letteralmente addosso causandone la caduta.
Accentuata?
Innegabile, ma sappiamo tutti (perlomeno chi affronti gli episodi a mente fredda e con un minimo di obiettività) che ogni attaccante tende ad accentuare i contrasti in area di rigore.
Allo stesso modo non conta assolutamente nulla la volontarietà del gesto di Bennacer: sono il primo a sostenere che il giocatore dell’Empoli non volesse commettere fallo (a meno che non vogliamo considerare la possibilità di un atto di follia) ma il concetto di fallo negligente prescinde totalmente dalla volontarietà.
Come ho scritto già ieri sera (in questo gruppo, nel quale commentiamo migliaia di episodi ogni anno senza mai lasciar spazio a polemiche stupide), il dubbio sulla correttezza del calcio di rigore può assalirci nell’immediatezza, anche sulla scia della consapevolezza che Dybala è un giocatore molto propenso alla caduta. Allo stesso tempo, però, questi dubbi devono cedere il passo di fronte ad immagini che confermano, da qualunque parte le si guardino, la legittimità della scelta operata da Calvarese.
La decisione è corretta.
Non ha nemmeno senso obiettare aggrappandosi alla definizione (spesso da me usata) secondo cui “il rigore è una roba seria“: questo è un fallo negligente, in qualunque parte del campo in cui esso avvenga.
Non fischiarlo sarebbe stato un errore.

Chiudo con una postilla: ieri sera, dopo la partita, ho avuto come un deja vu.
Mi sono sentito come trasportato nuovamente alla serata di Real Madrid-Juventus: ci si inventò che il rigore non fosse tale per mantenere alta l’attenzione e per non perdere gran parte degli spettatori, spostando il focus dalla partita all’episodio.
Questa non è informazione ma fa parte di una strategia ben precisa, che avvelena i pozzi: ne parlai qualche mese fa affrontando il concetto di post verità.
Non è un servizio che vi rendono. E’ un servizio che rendono a se stessi…

175 commenti
  1. Raffaele Squizzato
    Raffaele Squizzato dice:

    Buongiorno Luca. Due cose: un attimo prima del contatto tra Bennacer e Dybala il primo è in possesso di palla e si sta muovendo verso l’ esterno della sua area di rigore; sulla sua traiettoria di corsa incrocia quella di Bernardeschi e rallenta di quel tanto che basta a Dybala per prendergli il tempo: credo sia l’ involontario incrocio con Bernardeschi, più che un controllo errato della sfera, la causa del contatto successivo. La seconda è il famoso ‘Dai, Calva!’ detto da Rugani: premetto che non ci vedo nulla di male, ma mi piacerebbe che tra giocatori e direttore di gara, inclusi i suoi collaboratori, ci fosse un minimo di ‘riguardo’, diciamo così…

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Guarda, con alcuni giocatori ci si chiamava per nome di battesimo.
      Forse bisognerebbe cominciare a pensare che in campo c’è molta più correttezza di quella che c’è sui social, per esempio…

  2. Pietro
    Pietro dice:

    Ciao Luca, non è la prima volta che scrivo ma ci tenevo a dire una cosa. Non capisco perché attaccare una persona che, regolamento alla mano, cerca di spiegare cosa è accaduto. Io questo lo chiamo servizio pubblico. E ne dovremmo essere tutti contenti, al di là della maglietta indossata durante una partita.
    Grazie, continua così.
    Pietro

  3. roan
    roan dice:

    Relativamente al presunto rigore di Empoli su Telelombardia si è visto piuttosto chiaramente che non era rigore. Dybala sposta la gamba destra verso il giocatore empolese creando di fatto la caduta dello stesso . Dinamica non facile da vedere per l’ arbitro

    • Andrea
      Andrea dice:

      Si, caro Roan…e tutti gli opinionisti (di parte e faziosi oltre che ignoranti a livello regolamentare) hanno detto che non era rigore ed è stato un regalo alla Juventus.

      L’ex arbitro Bonfrisco (l’unico dei presenti ad aver arbitrato in serie A…) ha però detto che non era fallo di Dybala ed il rigore è stata una decisione corretta!

      Perché non dici pure questo?!

      • maurizio
        maurizio dice:

        ma perchè, invece di farsi influenzare da tifosi travestiti da opinionisti, gli stessi che avvallano le teorie complottistiche di certi personaggi, no guardate con i vostri occhi e non ascoltate, al limite chi ha fatto l’arbitro?

  4. Christian
    Christian dice:

    Quello di Dybala mi pare il gesto che un qualunque difensore farebbe per proteggere il pallone dall’attaccante, ad esempio per lasciarlo sfilare sul fondo o in fallo laterale. In quei casi chiunque lo giudicherebbe praticamente *sempre* fallo dell’attaccante che cerca di raggiungere il pallone col difensore che difende con “mestiere”.

    Il fatto che questo gesto avvenga in attacco invece che in difesa, in area e a favore della Juve sembra mandi completamente in tilt alcuni tifosi, facendogli annebbiare talmente tanto la vista dal non rendersi conto che gesti praticamente uguali vengano fischiati in maniera assolutamente pacifica ogni giornata.

  5. Stefano
    Stefano dice:

    Ciao Luca,
    Ti rinnovo ancora una volta i miei complimenti.
    Probabilmente in campo non avrei fischiato quel rigore, perche’ la caduta di Dybala non mi e’ sembrata molto naturale. Avrei commesso un errore da matita rossa.
    Attendo valutazione dell’operato di Massa. Mi e’ piaciuto abbbastanza, tecnicamente direi perfetto. Pero’ secondo me sbaglia nell’ammonire Dzeko (che poi lo manda palesemente a quel paese), e anche l’ammonizione di Pellegrini non mi e’ piaciuta nel complesso. Manca un giallo a De Rossi per la trattenuta del primo tempo. Spero di aver azzeccato qualcosa. Attendo la tua analisi con ansia!

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Purtroppo oggi non faccio in tempo, zero tempo per poter offrire un lavoro decente.
      Più o meno sono d’accordo con te sebbene giudichi eccellente la prova di Massa nel complesso.

  6. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Credo sia opportuno differenziare i contatti in area.girato di spalle e palla che scorre esterna tipo il fallo in discussione andrebbe concesso la punizione in area e non rigore.sono esagerati i rigori accordati per simili azioni

  7. Francesco
    Francesco dice:

    Buongiorno sig. Marelli,
    rinnovo la mia stima.

    Sono seccato di vedere quanti attacchi le arrivino a fronte di una opinione così semplice, e peraltro neanche troppo complicata da esprimere visto il caso. Penso che quando si tocca la Juve, quale che sia il verso, si finisca nell’occhio del ciclone da parte dei tifosi, sia pro che contro, anche se forse cose simili accadano con tutte le squadre.

    Ha notato però che qualche giornalista, che prima era solito rilanciare ogni suo commento, ha smesso completamente di citarla? E che questo è accaduto proprio in seguito ad alcune sue valutazioni, come al solito imparziali, che però non erano utili a dipingere la Juventus come “ladri”, padroni delle decisioni degli arbitri?
    Un saluto

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Sono problemi loro, con tutto il rispetto: non ha particolarmente eccitato l’idea di essere citato, non me ne frega un granché di essere dagli stessi ignorato.
      L’unico mio obiettivo è di fornire un servizio quanto possibile completo, oggettivo, equilibrato.
      E sono soddisfatto dei risultati finora ottenuti.

      • Francesco
        Francesco dice:

        Grazie mille. Sono senz’altro problemi loro, son d’accordo, ma mi incuriosiva una sua opinione. Questa ovviamente è più che sufficiente. Sono pure riuscito a leggere che “per commentare le immagini serve più esperienza che per arbitrare”; io a un certo punto non riuscirei ad essere indifferente quanto lei, ma gliene rendo merito.
        Mi scuso per il “sig.” iniziale, che doveva essere un “avv.”.

  8. Gioele
    Gioele dice:

    Credo che quello su Dybala (e invito Marelli a smentirmi se così non fosse) è un intervento che nella stragrande maggioranza dei casi è giudicato falloso e sanzionato in qualsisi altra zona del campo, la decisione dell’arbitro in campo di fischiarlo all’interno dell’area è conseguente alla sua percezione sull’intensità del contatto fisico che (per quanti la invocano) la Var non avrebbe potuto rilevare.Porto come esempio un caso simile, quello del rigore assegnato al Genoa nella scorsa stagione, in un’azione nella quale Galabinov, al di là dell’iniziale posizione di fuorigioco non rilevata, anticipa Rugani che interviene in modo “negligente”, intervento punito anche in quell’occasione con un calcio di rigore contro la Juve, a conferma che sabato ad Empoli non c’è stata alcuna disparità di trattamento contrariamente a quanto vorrebbero far credere alcuni commentatori nazional-popolari multimediali a targhe alterne.

      • Gioele
        Gioele dice:

        Certo Luca, in termini tecnici è la c.d. “esegesi” calcistica, un termine che ho appena ascoltato dalla viva voce di un professionista dell’informazione sportiva in una trasmissione tv, secondo il quale l’arbitro si sarebbe dovuto accorgere che la scorrettezza iniziale è di Dybala, tesi che ha messo allo scoperto la mia assoluta ignoranza delle regole del gioco, al punto di spingermi a cambiare canale per non sentirmi a disagio di fronte ad una simile cultura calcistica.

  9. maurizio
    maurizio dice:

    Sono di parte.
    Probabilmente ho il ‘complesso di accerchiamento’.
    Mi farò visitare.
    Nel frattempo anche io vorrei unirmi ai cori di complimenti a questo sito.
    E’ veramente difficile trovare qualcuno che sia disposto ad andare controcorrente, ma non disposto ad accantonare il proprio modo di essere e di giudicare.
    Sparare sulla Juventus è sport nazionale, più diffuso del gioco del calcio, che porta audience. Agli episodi su cui i ‘giornalisti sportivi’ normalmente si attaccano pur di fare ascolti, adesso se ne stanno aggiungendo altri che hanno a che fare con il calcio giocato per niente o solo marginalmente. Mi riferisco alle accuse rivolte a Ronaldo (tra l’altro… adesso è passato di moda, non se ne parla più) o alla riesumazione di fatti già giudicati, ma presentati come se fossero accaduti ieri. Purtroppo tutto viene mistificato come se fossimo in un film, sembra che anzichè essere nella vita reale, improvvisamente siamo stati tutti catapultati in un “Codice Da Vinci”, dove i fatti sono stati (nel film intelligentemente) manipolati per poter dare un senso (cinematografico) alla storia. Ma quando guardiamo un film, tutti ci rendiamo conto che siamo di fronte ad una storia inventata, qui, invece, diamo per scontato che ogni cosa sia reale, naturalmente a patto che serva per infangare il ‘famoso’ di turno.
    Sono veramente molto dispiaciuto di questo, non riesco ad abituarmici.
    Scusate per lo sfogo.

  10. kko
    kko dice:

    E’ una situazione deprimente. Siamo al panem et circenses, dove i giochi circensi sono ormai partite di calcio che vanno oltre la moviola e sfiorano la ricostruzione metafisica.

    Gli ha dato un colpo d’anca, poi ha spostato il peso sulla gamba destra per alzare l’alluce sinistro e far ostruzione sul giocatore dell’Empoli che viene clamorosamente atterratto con un colpo sapiente di rotula…

    Non so francamente dove riesca a trovare la forza di opporsi a questo “sport” che non è più “sport”, ma semplice “sfogo sociale”…

    C…ooo!!! Ronaldo fa un gol spettacolare, bellissimo, bisognerebbe riempire le pagine e le trasmissioni di quella traiettoria e ci tocca sentire lamentatio su Rugani che si rivolge all’arbitro con un :”No, Calva!”

    • Teofilatto dei Leonzi
      Teofilatto dei Leonzi dice:

      È evidente che Lei non ha neanche visto l’azione. L’alluce non solo era il destro, ma quello che la VAR non ha colpevolmente rilevato, è che era anche valgo. Un caso da manuale.
      E finché la rotula non rotola, arbitro non fischia.
      😉

  11. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Non è Bennancer a “franare” su Dybala, ma è quest’ultimo che, disinteressandosi del pallone, va addosso al difensore e si tuffa come d’abitudine consolidata. Altro che fallo negligente, è un rigore
    troppo generoso.

        • Luca Marelli
          Luca Marelli dice:

          Caro Francesco, nessuno mi paga per gestire questo spazio. Anzi, al contrario sono io che pago il servizio (server, gestione sito, antivirus, sicurezza ecc.).
          Capita, pertanto, che di fronte a commenti senza alcun senso (e che col regolamento non c’entrano assolutamente nulla) decida scientemente di rispondere con l’ironia perché non ha senso confrontarsi con chi crede a tutte le scemenze che vengono proposte sui social senza una fonte, senza un appiglio tecnico/giuridico, senza la minima nozione di quel che si commenta. Scrivere che sia Dybala a travolgere il difensore significa vivere in una realtà parallela nella quale è successo qualcosa che nessuno ha visto.
          Liberissimo di credere a quel che preferisci ma, da parte mia, non perdo tempo a rispondere seriamente a tesi surreali. E’ come se mi mettessi a parlare di integrazione con un leghista: tempo perso, un razzista non diventa un essere umano normodotato con le parole…

          I miei migliori saluti.

          • Giuseppe
            Giuseppe dice:

            Caro Luca,
            leggo il tuo blog proprio perché lo ritengo uno dei più equilibrati.
            A volte però, il riferimento al regolamento, per come è formulato, è un puro esercizio ermeneutico e ognuno ci legge quello che più ritiene giusto o a seconda dei casi utile o opportuno.
            Io non ho scritto “travolgere” e, leggendo qua e là, non credo di essere il solo ad aver visto Dybala tagliare la strada al difensore empolese.
            Accetto l’ironia della risposta e mi va benissimo quello che ha detto a proposito dei razzisti.
            Un motivo in più per continuare a seguirla, anche se non sempre concordo con le sue conclusioni.
            Saluti

          • Luca Marelli
            Luca Marelli dice:

            La differenza di vedute ed opinioni è una ricchezza fin quando rispetta due parametri:
            – sensatezza;
            – educazione.
            Se una tesi viene esposta in modo educato la ascolto/leggo sempre. E la rispetto. Se la tesi è esposta in termini educati ma del tutto fuori dal mondo, solitamente tendo a rispondere con ironia perché non val la pena perdere tempo.
            A maggior ragione su un episodio come quello di sabato che, volenti o nolenti, è lapalissiano, quasi banale. Anzi, senza quasi…

  12. Luca dal Canada
    Luca dal Canada dice:

    Salve Luca
    a me piace il suo blog e scrivo per la prima volta. Il mio intento, come sono sicuro il suo, non e’ far cambiare/imporre una opinione ma esaminare ogni prospettiva nel rispetto del regolamento e delle sue interpretazioni. Non mi trova molto d’accordo nella sua analisi del rigore. Da regolamento negligenza significa che il calciatore mostra una mancanza di attenzione o
    considerazione nell’effettuare un contrasto o che agisce senza precauzione. Per me e’ il modo in cui Dybala protegge il Pallone con un ‘ancata che fa cadere l’empolese addosso. Senza quell’ancata, se il difensore fosse frenato comunque addosso avrei optato anche io per negligenza e rigore.

  13. Giancarlo Tempestilli
    Giancarlo Tempestilli dice:

    Signor Marelli, secondo Lei Gavillucci è tanto più scarso di altri arbitri (ad es., Pairetto, Calvarese) da meritare di essere dismesso? Grazie per l’attenzione.

  14. Sergio
    Sergio dice:

    Mentre scrivo osservo il fermo immagine del contatto tra il difendente e l’attacante che Calvarese in Empoli-Juve ha giudicato da rigore. Osservo il difendente già sbilanciato, entambe le ginocchia piegate e col braccio sinistro a contatto coll’avambraccio destro dell’attacante, il quale solleva il ginocchio destro non per controllare la palla ma per ostacolare l’avversario. qui avviene il contatto tra l’anca sinistra del difendente e l’anca destra dell’attacante. L’attacante non fa alcun movimento per giocare la palla, pianta il piede sinistro per prepararsi all’impatto e solleva il ginocchio destro per creare un ostacolo al difendente che va verso il pallone ed impatta la coscia. So che dirai che sono considerazioni che non hanno rilevanza, magari che mi sono fatto influenzare dai social ecc., però per me non c’è alcun contatto punibile in quanto è l’attacante che impatta il difendende e non viceversa. Ragion per cui non noto negligenza da parte del difendente. Concordo che Calvarese “è un arbitro arrivato” e ricordo che oltre essere l’arbitro del mancato rigore di Cagliari-Juventus è lo stesso che in Sassuolo – Milan convalida una rete segnata su rigore da Bacca con il doppio tocco. Preciso che questo Blog è l’unico che seguo perchè ne vale proprio la pena. Complimenti.

      • Giuseppe
        Giuseppe dice:

        Il gesto sarebbe ostruzione occupazionale In un idea di alta sportività, c’è la scaltrezza mischiata ad un etica scorretta di pensiero surrogata dalla regola, che ne trae ragione
        Per me va cambiato il concetto della regola.chi è lanciato in un azione e difficile che si impianta dinanzi a chi ostruisce. Sarebbe “sportivo” che si spalleggiasse l’azione invece di ostruirla

          • Teofilatto dei Leonzi
            Teofilatto dei Leonzi dice:

            Dr. Marelli, perdoni Lei, ma di fronte a “ostruzione occupazionale” io sarei per il Nobel.

          • Sergio
            Sergio dice:

            “Un calciatore può proteggere il pallone interponendosi tra un avversario e il pallone stesso, se quest’ultimo è a distanza di gioco e l’avversario non è tenuto lontano utilizzando le braccia o il corpo. Se il pallone si trova a distanza di gioco, il calciatore può essere caricato da un avversario nei limiti previsti dalle Regole”. Quel che non mi convince è l’ostacolo creato, con il sollevamento della gamba destra dell’attacante giusto per frapporre un ingombro maggiore e ostacolare, per me illegitimimante, il difendente.

          • Luca Marelli
            Luca Marelli dice:

            L’ostruzione non c’entra assolutamente nulla con la fattispecie di sabato. Per concretizzarsi l’ipotesi di ostruzione non dovrebbe esserci contatto: è questo il motivo per cui non viene mai fischiato un calcio di punizione indiretto per ostruzione.

          • Seregio
            Seregio dice:

            “Un calciatore può proteggere il pallone interponendosi tra un avversario e il pallone stesso, se quest’ultimo è a distanza di gioco e l’avversario non è tenuto lontano utilizzando le braccia o il corpo.” non parlo di ostruzione ma di come un calciatore può proteggere le palla e lo si può fare se l’avversario non è tenuto lontano utilizzando le braccia o il corpo. Il movimento della gamba destra dell’attacante è funzionale solo ad ostacolare l’intervento del difendente e non a giocare la palla. Boh. A me la piaga che sta prendendo la discussione di Juventini contro il resto del mondo e viceversa mi ha rotto (come di dice dalle tue parti) i maroni, come ben sai quelli che ti tengono sul palmo della mano oggi ti affosseranno domani per un episodio commentato in modo sgradito.

          • Luca Marelli
            Luca Marelli dice:

            normale, è già successo più volte: dopo Parma-Juventus (gara per la quale evidenziai il mancato rosso a Pjanic) il commento meno infamante è stato “ultras interista”. Nulla di sconvolgente, non è una novità che i cretini esistano in tutte le tifoserie…

  15. Angelo
    Angelo dice:

    Luca , complimenti per il tuo blog e per la tua imparzialità . Ti volevo rivolgere solo una domanda in merito al rigore su Dybala : se l’arbitro non avesse fischiato il rigore sarebbe potuto intervenire la VAR per dirgli di andare a rivedere le immagini al monitor ? Oppure non è un chiaro errore da poter far intervenire la tecnologia per aiutare l’arbitro a prendere la decisione corretta ?

  16. Alessandro
    Alessandro dice:

    Salve Marelli, la seguo con grande interesse essendo un appassionato del regolamento troppo spesso sconosciuto. In occasione del contatto/rigore Dybala/Bennacer, a me pare invece evidente, e le immagini nel particolare che lei mette ne supportano il fatto, che Dybala più che essere in anticipo per velocità o gesto tecnico, prende posizione di vantaggio sul numero 10 empolitano fallosamente con un bel colpo d’anca, che colpisce e spinge fuori traiettoria l’avversario.
    La ringrazio per l’attenzione e le rinnovo i miei personali complimenti.
    Alessandro

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Perdonami ma ve ne state inventando di ogni: adesso pure il colpo d’anca.
      Non vi convincerò nemmeno con mille messaggi, liberi di pensarla come volete: ma evitate di scrivere commenti del genere, perlomeno che siano commenti con un minimo di aderenza con quanto accaduto.

      • Angelo Cilli
        Angelo Cilli dice:

        È gente che si fa influenzare da sedicenti giornalisti ed ex moviolisti che attraverso i social ne inventano di ogni per qualche like in più.

  17. Valerio Simeoli
    Valerio Simeoli dice:

    Vorrei sapere la sua opinione sul fallo fischiato a favore di Barzagli al 93 minuto (con krunic ed un altro giocatore Dell ‘Empoli lanciati a rete) e sulla mancata espulsione a dybala al 94 per fallo di ostruzione grazie

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Fallo del tutto legittimo (e non c’era alcun giocatore lanciato a rete), espulsione per ostruzione non l’ho mai sentita.
      Possiamo evitare questi commenti? Non siamo al bar…

      • Vincenzo
        Vincenzo dice:

        La dinamica del fallo fischiato a favore di Barzagli è bidentica al fallo.fischiato a favore.di Dybala ma a parti invertite. Il giocatore dell’Empoli potregge la posizione per girasi ed andare in porta. lo stesso fa Dybala a cui però bine dato il rigore! Finiamola di coprirli!

        • Luca Marelli
          Luca Marelli dice:

          A fantasia meriti 10 e lode.
          Finiamola qui, ok? Preferisco rispondere a contenuti più equilibrati, non amo perdere tempo dietro a tesi senza senso.

          • maurizio
            maurizio dice:

            Il problema è che per anni abbiamo assistito a dei sermoni su un canale a pagamento dove un altro ex-arbitro una domenica ci spiegava che il regolamento non parla di intensità, quindi che io tocchi un attaccante o lo spinga via è uguale, salvo poi, la domenica successiva affermare che “il contatto non è tale da giustificare la concessione..”
            Lo stesso personaggio giudicava “evidenti” fuori gioco di cinque cm, e poco chiari fuori gioco di mezzo metro.
            Ecco… noi siamo “cresciuti” così, con insegnanti che cambiavano le “carte in tavola” ogni domenica, se non nella stessa serata. Lo so, la responsabilità non è sua, ma di altri che utilizzano la moviola per fare audience (un rigore ‘regalato’ alla juve fa sempre notizia) e non per spiegare, come fa lei, le regole.
            Per cui, la prego, porti pazienza….
            🙂

  18. maurizio visconti
    maurizio visconti dice:

    Grazie Luca
    Sempre preciso nella spiegazione dei fatti ma sopratutto nella conoscenza del regolamento.

  19. Filippo
    Filippo dice:

    Premetto che ho molto apprezzato la sua disamina della partita Empoli Juventus ed in particolar modo l’episodio del rigore, mi chiedo perché certi tifosi faziosamente antijuventini leggono il suo professionale commento agli episodi della partita ma alla fine continuano a vedere favori arbitrali inesistenti

  20. Denis
    Denis dice:

    Buongiorno Luca, un chiarimento sul regolamento nel rinvio del portiere: un giocatore della stessa squadra può stare all’interno dell’area di rigore e prendere il pallone fuori area oppure deve già stare fuori della stessa? Buona domenica

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      L’importante è che il pallone venga toccato fuori area. Perciò sì, può essere all’interno ma senza toccare, altrimenti il pallone non risulterebbe essere stato rimesso in gioco.

      • Antonio
        Antonio dice:

        A questo proposito, con l’aumentare delle squadre che scelgono di battere rasoterra per partire dal basso con il possesso palla, capita sempre più spesso che i difensori decidano volontariamente di toccare la palla prima che sia uscita quando si rendono conto di essere pressati. Ciò per evitare che il pallone sia rimesso in gioco e avere la possibilità di ripetere la rimessa. In altre parole, non fanno altro che commettere volontariamente una infrazione per trarne vantaggio. Non sarebbe più giusto, secondo Lei, modificare la regola e assegnare in questi casi un calcio a due all’interno dell’area?

        • Luca Marelli
          Luca Marelli dice:

          La punizione indiretta sarebbe in contraddizione col regolamento. Si può ipotizzare, al limite, un’ammonizione per comportamento antisportivo.

  21. Denis
    Denis dice:

    Buongiorno Luca complimenti come sempre. In diretta e con replay ho avuto la stessa tua conclusione sul rigore assegnato alla juve: rigore giusto per sfortuna del difensore che, dopo il controllo sbagliato, cerca di recuperare il il pallone in maniera scoordinata e già in maniera sbilanciata.

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      E’ oggettivamente un episodio non così complicato.
      E’ stato reso strumentalmente complesso per motivi che poco hanno a che fare con l’obiettività…

  22. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Scusami LUCA ma riguardo all’episodio di Bonucci, permettimi di dissentire in quanto , Bonucci anche se ha il braccio attaccato al corpo cerca volontariamente con lo stesso la palla , non per proteggersi ma bensì proprio per effettuare una respinta .

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Il regolamento impone il giudizio sulla posizione del braccio e non sul processo alle intenzioni. Quel che vediamo è un braccio attaccato al corpo, nell’unica posizione in cui il tocco non avrebbe potuto essere punibile.

      • Enrigo
        Enrigo dice:

        Mi permetto di dissentire, la posizione del braccio aiuta normalmente a capire le intenzioni, ma alla fine il fallo si fischia quando volontario, non meccanicamente sulla base della posizione rispetto al corpo. Nel caso specifico non concordo che Bonucci cerchi il pallone ma se lo avesse davvero fatto attaccando il braccio al corpo sarebbe stato punibile eccome.

  23. Michele Piva
    Michele Piva dice:

    Una rubrica da veri appassionati di calcio, dove il regolamento viene spiegato in modo accurato ma comprensibile, prendendo spunto dagli episodi che accadono in campo. Da amante del calcio posso solo dirvi grazie per questo servizio.

  24. Enrigo
    Enrigo dice:

    Mi scusi ma proprio non concordo sull’analisi del rigore. Il punto fondamentale è in una sua frase: causandone la caduta. Non si vede nessun contatto in grado di causare la caduta di Dybala. Trovo impreciso dire che questi accentui, non si tratta di accentuare ma di LASCIARSI CADERE, cosa piuttosto diversa. Di fatto non c’è sgambetto, non si vede placcaggio, non si ravvisa spinta. Il contatto è dovuto al movimento di dybala che, legittimamente, si frappone e dà un’ancata a bennecer. Il quale è sbilanciato e non può contrapporre alcuna controspinta. Di cosa è “morto” dunque lo.juventino? Dove vede la forza travolgente che causa la caduta? A me pare il classico contatto, il famoso “Il rigore è una cosa seria” nonostante lei esplicitamente, ma senza argomentazioni (perché non possono essercene, si tratta unicamente di impressioni, di punti di vista) lo rifiuti.
    Il fatto è che l’empolese fa una vaccata, questo psicologicamente porta a accentuare le sue colpe. Uno che perde il controllo viene punito più facilmente, a parità di contatto…

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Se per te la fase finale del contatto, con Bennacer che frana addosso a Dybala, non è da considerare irregolare, allora non so in quale occasione si possa parlare di rigore.

      • Enrigo
        Enrigo dice:

        Non solo per me, nel mio piccolo, ma anche per milioni di altri telespettatori. Per carità, possiamo sbagliare, non si va a maggioranza, ma mi sembra un po’ sbrigativa come risposta, neanche stessi affermando cose inconcepibili. Dybala sta già cadendo quando gli finisce addosso parte del corpo di bennecer. Si vede in movimento, ma si può notare già nel fotogramma che ha postato. Di cosa stava già cadendo dybala? Quello per me è un punto dirimente.

        • Luca Marelli
          Luca Marelli dice:

          Milioni?
          Diciamo qualche migliaia tra quelli che non riescono a togliersi la maglietta prima di commentare.
          Comunque il tuo punto di vista l’hai espresso, ne prendo atto ma basta così: lascia spazio ad altri con argomenti non ripetitivi.
          Grazie.

  25. Marco
    Marco dice:

    Buongiorno Luca.
    In effetti sembra incredibile la “gaffe” della rimessa dal fondo.
    Personalmente dubito sia non conoscenza del regolamento ma semplicemente una ulteriore dimostrazione che a volte noi tutti si va “in tilt”.
    Questo caso è stato irrilevante ai fini del risultato ma dovrebbe essere illuminante per i teorici delle cospirazioni che non accettano che l’essere umano sbaglia, anche clamorosamente.
    Una curiosità sempre a proposito delle rimesse dal fondo: di recente ho visto spesso farle ripetere anche più volte (mi ricordo ad. es. Tagliavento) quando il giocatore avversario pur fuori dall’area di rigore si trova lungo i lati corti dell’area (ma fuori). Ho frainteso io?
    Grazie.
    Saluti

  26. Diego
    Diego dice:

    Grazie Luca, aspetto il tuo commento alla giornata ogni volta con grande curiosità e riesci sempre a spiegare ogni situazione dubbia con parole semplici e chiare. Davvero dovresti andare in Tv a SPIEGARE quanto succede in campo. Complimenti davvero.

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Accadrà nel momento in cui arriverà una proposta seria.
      Fino a quel momento declinerò gentilmente gli inviti che spesso ricevo.
      Grazie dell’apprezzamento.

      • maurizio
        maurizio dice:

        l’unica trasmissione dove si parla ‘seriamente’ è sul satellite. Ma, forse proprio perchè non vogliono alimentare stupide e sterili polemiche, non fanno la ‘moviola’.

  27. Carlo
    Carlo dice:

    Buongiorno Luca
    Complimenti per il blog che affronta in maniera limpida e trasparente i casi spinosi e centrali di tutte le partite. Il fatto stesso che tu risponda ad ognuno di noi è indice della genuinità del tuo blog. Perdonami se ritorno sul contatto Dybala Bennacer ma rivedendo le immagini (e i frame) per decine di volte ho avuto l impressione che, sebbene Bennacer sbagli il controllo e faccia un errore marchiano, recuperi subito l errore e arrivi nello stesso tempo affianco a Dybala. Quest’ultimo furbescamente col gambone destro ed il corpo (gomito compreso) ostruisca il difensore causandone.la caduta rovinosa ed il successivo rigore. A mio avviso è un episodio borderline che andava rivisto con l ausilio del Var.

    Grazie
    Carlo

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Il problema è che, nel primo contatto, non c’è nulla di particolarmente rilevante. Quel che accade dopo (fallo negligente di Bennacer che travolge Dybala) è decisamente punibile.

  28. Alberto Fantoni
    Alberto Fantoni dice:

    stamattina il blog tendeva a avere problemi tecnici, immagino lo saprai, credo che il mio commento sia andato perso.
    Erano solo complimenti per l’articolo di cui condivido tutto, anche il riferimento al rigore di Madrid al 93′ a cui avevo pensato anch’io ieri sera.
    Oggi quindi nessuna lungaggine da parte mia, solo i ringraziamenti per lo splendido lavoro che ci regali

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Sì, c’è stato un problema dovuto a traffico intenso e condizioni meteo.
      Ti ringrazio molto per l’apprezzamento, è sempre piacevole leggere commenti di questo genere.

  29. riccardo
    riccardo dice:

    Aspettavo con interesse la sua analisi perché ieri il titolo di apertura della trasmissione, che considero imparziale, QSVS (in cui lei mi sembra sia stato ospite qualche volta), è stato “polemiche per il rigore di Dybala”, e tutti gli ospiti
    (compreso uno juventino) tranne uno, affermavano che il rigore non c’era. sono quindi arrivato alla conclusione che in trasmissioni del genere, che presentano degli ascolti notevoli, una persona come lei servirebbe come il pane a tavola, altrimenti si rischia di fare disinformazione, alimentando fievoli polemiche. Un saluto e buona domenica!

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Ti ringrazio ma la scelta di non andare più in televisione è dovuto proprio a questo: aspetto una proposta seria per poter affrontare l’argomento in modo corretto.
      Proposte ne ho avute tante ma nessuna che mi assicurasse lo spazio necessario per spiegare il regolamento, evitando inutili urla pro o contro un’affermazione.

      • silvio
        silvio dice:

        Luca ma che proposte serie credi di aspettare? Sei una persona degna di stima e il blog è ottimo, ma se ieri si è scatenato, e si sta scatenando anche sul tuo articolo su dybala, un polverone assurdo, a fronte di dichiarazioni dei giocatori dell’ empoli dove si ammette che il rigore c’era e nonostante questo in Tv si fa polemica sarà impossibile vederti in tv e me ne dispiace.
        Ps quando si parla dei diritti tv da vendere forse un problema è anche di come il calcio è raccontato se passi le ore a far vedere la moviola invece che il gesto tecnico di cr7 sei tu che non capisci che all’estero ste cose non interessano.

        • Luca Marelli
          Luca Marelli dice:

          Prima o poi finirà lo showtime e l’attualità dovrà essere trattata con un minimo di serietà in più.
          Perché si può essere cialtroni ma non per sempre…

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Che devo commentare?
      Un fallo di gioco del tutto marginale?
      Perdonami ma quel che affronto sono gli episodi di una certa valenza: se dovessi affrontare qualsiasi episodio, dovrei scrivere un libro a settimana.

    • FrancescoP
      FrancescoP dice:

      Il giocatore dell’empoli col movimento del corpo impedisce al giocatore della juventus che lo sta anticipando di arrivare sulla palla, per l’ammonizione “immediata” per proteste, sarebbe utile capire ciò che ha detto il giocatore.

  30. Luca PICARDI
    Luca PICARDI dice:

    Buongiorno,
    io ho molti dubbi sul rigore, mi piacerebbe avere la sua opinione più dettagliata al riguardo.
    A me sembra che Dybala non prenda posizione per giocare la palla, ma si disinteressi totalmente della palla, non copre col corpo, accompagnando con la corsa la palla, ma frapone la sua gamba destra allargandola, in maniera non naturale per uno che vuole giocare la palla, alla corsa dell’avversario.
    Da alcune foto davanti, la cosa mi sembra più chiara.
    Grazie.
    Buona domenica

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Un calciatore deve difendere il pallone, il movimento è del tutto consono.
      La verità è che Bennacer ha combinato una sciocchezza: ha controllato male il pallone per poi rovinare addosso a Dybala che, semplicemente, ha fatto il suo dovere di attaccante.

  31. Giorgio
    Giorgio dice:

    Buongiorno Luca, è sempre un piacere leggere articoli scritti da qualcuno che sa di che cosa parla.
    Due domande su Empoli – Juventus:
    1) qual è il tuo giudizio complessivo sulla direzione di Calvarese? A me è parso un po’ ondivago, nonostante sia stata una gara non troppo difficile;
    2) ho dei dubbi sull’ammonizione di Dybala, non mi sembra in nessun modo un fallo imprudente ma non mi pare che sussistano gli estremi per SPA. O sì?

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      1 – Credo che sia arrivato a “fine corsa” da un pezzo. Ieri sera ha arbitrato benino ma spesso con un metro difficilmente intellegibile.
      2 – L’ammonizione è corretta. Le trattenute, se hai fatto caso, vengono sempre punite col cartellino giallo perché interpretate come “comportamento antisportivo”. Peraltro, su questo concetto, non sono particolarmente d’accordo proprio per quanto hai tu sostenuto: il giallo è previsto per SPA o per imprudenza e, francamente, non vedo nessuna delle due in una trattenuta del genere. Ma c’è questa direttiva di Rizzoli che mi auguro venga rivista perchè, a mio parere, si forza e non poco il regolamento vigente.

      • Sergio
        Sergio dice:

        Se non erro, lei valuto sbagliata l’ammonizione di Hisay in Juve Napoli per una trattenuta in ripartenza. Però vedo sempre o quasi la sanzione disciplinare in questi casi. Sbaglio? Buona serata

        • Luca Marelli
          Luca Marelli dice:

          E’ vero, hai ragione.
          Effettivamente mi han detto che quella dell’ammonizione per ogni trattenuta sarebbe una disposizione di Rizzoli. Che non mi piace per nulla (tanto per essere chiari) perché è una forzatura del regolamento che prevede l’ammonizione solo nel caso in cui sia effettuata per interrompere un’azione promettente.

  32. Paolo Battimiello
    Paolo Battimiello dice:

    Buongiorno Marelli,

    ma non era lei a dire sempre che il rigore è una cosa seria e che il contatto deve essere di una certa entità ? Cambiato idea ? Saluti

      • Paolo Battimiello
        Paolo Battimiello dice:

        l’ho letto, come l’ho letta altre volte. Per questo mi sembra strano che giudichi questo contatto rigore. Avrà cambiato idea. Succede.

  33. simone
    simone dice:

    Buongiorno Luca; nulla da eccepire né nella forma, né nella sostanza delle tue spiegazioni; complimenti da un fedele lettore ed estimatore.

  34. Bruno
    Bruno dice:

    Buongiorno sig. Marelli, non ho visto la partita e nemmeno le varie moviola. Dalle foto che Lei ha postato, a me sembra che sia Dybala a commettere ostruzione nei confronti di Bennacer mettendo il corpo per intralciare la traiettoria del difensore. La negligenza, se così si può dire, è dovuta dallo sbilanciamento causato da Dybala. Come dice Lei, “il rigore è una roba seria“. Se dovessimo dare ragione a Calvarese o alla Sua disamina, ogni partita dovrebbe finire con una miriade di rigori assegnati nei 90 minuti. Grazie

      • Enrigo
        Enrigo dice:

        Una curiosità tecnica, da quanto tempo non si vede fischiato in campionato di serie A un fallo di ostruzione? Io non ne ricordo da secoli, esiste ancora? Quando dovrebbe avvenire, come si distingue da un normale fallo fatto con il corpo? Pallone lanciato e invece di rincorrerlo ci si ferma improvvisamente davanti all’avversario che corre all’inseguimento? Se avviene al limite dell’area si dà una punizione di seconda?

  35. Fabio Michele Marsico
    Fabio Michele Marsico dice:

    Illuminante, come al solito, con in più la chicca del gruppo FB… che avrà un boom di iscrizioni, adesso!
    Su Bonucci, penso che Calvarese volesse controllare con quale delle due mani fosse avvenuto il tocco. Ed ha fatto bene a chiedere l’OFR.

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Credo che il gruppo sia un capolavoro di competenza e di questo devo solo ringraziare Max Dotto, Fabrizio Durante e l’uomo misterioso (quarto arbitro), splendidi per competenza, qualità, pazienza e generosità.
      Personalmente spero che continui a crescere perché è una scuola virtuale di grande importanza.

  36. Alberto Fantoni
    Alberto Fantoni dice:

    oggi mi limito ai complimenti e ai ringraziamenti per l’articolo, nulla da puntualizzare, condivido tutto, anche il riferimento all’episodio del Bernabeu che è effettivamente molto simile

    • Enrigo
      Enrigo dice:

      Molto simile???
      Ip.pemso che Marelli vi si riferisse solo in relazione alle polemiche che si montano e a chi ne approfitta. Come dinamica non davvero nessunissima somiglianza.

      • Luca Marelli
        Luca Marelli dice:

        Esatto: sono episodi molto differenti ma ho sottolineato il concetto di post verità che, a grandi linee, significa descrivere un episodio con una tesi verosimile ma del tutto infondata.

  37. Alessio
    Alessio dice:

    Buongiorno,
    su Toro-Fiorentina, d’accordo sulle tue valutazioni… Mazzarri dovrebbe darsi una calmata perchè spesso risulta antipatico nei suoi atteggiamenti e ci può stare il suo allontanamento ieri sera… infastidisce però la tolleranza verso altri allenatori (ad esempio Spalletti, Allegri, Simone Inzaghi…) che si possono permettere di protestare a ripetizione e stazionare costantemente fuori dall’area tecnica senza nessuna conseguenza…
    Volevo chiederti se hai visto il contrasto Belotti-Biraghi in area viola nei minuti di recupero… io ero allo stadio perfettamente posizionato e, pur non essendo un contrasto violento, Biraghi si disinteressa totalmente di cercare il pallone sbilanciando in modo piuttosto evidente Belotti, che per effetto di quella spinta non simula per niente e cade in modo brutto a terra rischiando di farsi veramente male… ora, posso capire che se due giocatori saltano per cercare il pallone di testa possano entrare in contatto e sbilanciarsi ma qui a Biraghi non passa neppure per l’anticamera del cervello di cercare il pallone, il suo intervento è totalmente gratuito … la mia sensazione è che se lo stesso contatto fosse avvenuto a centrocampo sarebbe stato fischiato ma si era in area nei minuti di recupero e quindi niente… secondo me è un errore (intervento negligente di Biraghi)
    Grazie e buona giornata

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Ti sorprenderò: concordo del tutto sul riferimento ad altri allenatori. Vorrei vedere questa severità (che non è eccessiva ma semplicemente doverosa) nei confronti di tutti, sempre. E credo che su questo si debba lavorare per evitare che allenatori “eccessivi” possano mettere in atto teatrini che fan male al calcio in generale.
      Sull’episodio Biraghi-Belotti: è veramente pochissimo, è un contrasto tra due calciatori ma non ci vedo veramente nulla di irregolare. Certamente NON è episodio da VAR: chi richiede la review (Mazzarri) evidentemente non ha capito nulla del protocollo.

      • Alessio
        Alessio dice:

        Il differente metro di giudizio su situazioni simili (in questo caso il comportamento di un mister) è la madre di tutto, il peccato originale, è ciò che genera e alimenta le polemiche… in questo specifico caso secondo me bisognerebbe lavorare sul comportamento del quarto uomo, che spesso ho la sensazione che stia lì solo per controllare i tacchetti e le catenine di chi entra e che ogni tanto faccia qualche exploit facendo espellere qualcuno o roba simile (vedi quella di Acquah nel derby di due anni fa) invece di verificare che gli allenatori rispettino le regole
        Su Biraghi-Belotti ci può stare di non fischiare ma ci sono decine di situazioni simili fuori area che vengono regolarmente sanzionate… basta prendere una partita a caso… ma si torna al discorso di cui sopra… va beh, pazienza…

        • Luca Marelli
          Luca Marelli dice:

          Sulla prima parte concordo pienamente.
          Sul contatto Biraghi/Belotti non ci riesco proprio: non vedo veramente nulla di rilevante. Ma nemmeno ipotizzabile…

  38. pasquale
    pasquale dice:

    Buongiorno Luca,
    ho rivisto l’azione anche col mysky e si vede chiaramente che il primo fallo lo commette Dybala che allarga la gamba destra colpendo quella sinistra dell’empolese che era in corsa x riprendere la palla. In seguito al fallo chiaramente travolge Dybala. E’ stata una furbata dell’argentino che ha cercato di rubarsi un rigore e ci è riuscito. Non capisco poi la decisione del Var di rivedere un episodio inutile come quello di Bonucci ( si è visto chiaramente che non era rigore ) e non quello su Dybala.
    Per finire vorrei proporre un idea e cioè che l’arbitro vada sempre, x regolamento, al Var dopo aver assegnato un calcio di rigore ( vista che spesso si rivela un episodio decisivo ). Vorrei sapere cosa ne pensi.

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Dybala è in vantaggio sul pallone a causa dell’erroneo controllo del pallone da parte di Bennacer. Il rigore è indiscutibile, non cadete nelle trappole che dissemina chi non conosce minimamente il regolamento (e forse nemmeno il gioco). Il VAR non doveva intervenire sul tocco di Bonucci (e l’ho scritto), il VAR non può mai intervenire sul contatto su Dybala e per un semplice motivo: è rigore e la decisione di Calvarese corretta.
      Sulla “on field review” dopo ogni rigore la risposta è no, verrebbe snaturato il mezzo. Se si dovesse rivedere ogni rigore, perché non rivedere ogni ammonizione, ogni fallo, ogni contatto?

      • pasquale
        pasquale dice:

        Perché di rigori se né fischiano, mediamente, uno ogni 3 partite mentre di falli, ammonizioni e contatti c’è ne sono diversi in ogni partita che quindi diventerebbe una maratona di 5 ore, e perché, molto spesso, è un episodio che può rivelarsi decisivo.
        Tornando al rigore di Empoli non mi sono fatto influenzare da nulla e da nessuno perché non ho visto nessuna moviola ma ho semplicemente rivisto, attimo x attimo, col mio mysky l’azione e ti posso assicurare che c’è prima il fallo di Dybala.

  39. Mincuo
    Mincuo dice:

    E’ Dybala che fa il il primo fallo, allarga la gamba non per “proteggere il pallone”. Dybala ha cercato il difensore e contemporaneamente è andato addosso a Bennacer, che non può fermarsi, per poi cadere per terra.

    “Su…dai Calva…” ha fatto il bravo, come lo scorso anno a Cagliari.

    P.S. Sarebbe meglio mettere il filmato che non i “fotogrammi”, non fosse che allora si parlerebbe di persone appena decenti.
    “Il primo contatto (gamba sinistra di Bennacer su gamba destra di Dybala) avviene nella prima immagine.”
    E’ l’opposto: è il “contatto” cercato dalla gamba destra di Dybala, ed è fallo.

      • Barbabietola
        Barbabietola dice:

        Occhio Luca che questo Mincuo è un troll di professione, è già stato bannato da un numero di blog su internet perchè riempiva qualsiasi articolo di decine e decine di commenti, molti pieni di insulti.
        Se puoi bannalo subito, ti risparmi la fatica di farlo in seguito.

        Complimenti per il suo lavoro.

        • Luca Marelli
          Luca Marelli dice:

          Ma sei ancora qui?
          Sarà la centesima mail che utilizzi per scrivere sempre le stesse stronzate: ma non hai proprio di meglio da fare? Che so… Leggere il tuo primo libro…

  40. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Francamente a me questo episodio non sembra “roba seria” e mi sembra anche premiale nei confronti di una condotta come quella di dybala sicuramente non proprio correttissima. Per quanto riguarda l’episodio di Bonucci credo che sarebbe bene incentivare la ofr anche quando la decisione è corretta

  41. Enrigo
    Enrigo dice:

    Il punto centrale è: causandone la caduta. Non si vede alcuno sgambetto, non sussiste l’urto con scarpa, piede o comunque parti del corpo che possano indurre dolore e frenare un movimento, non c’è un placcaggio, una spinta, uno schiacciamento. Come avrebbe causato la caduta di dybala quell’intervento precisamente?
    Secondo me siamo nettamente dalle parti del “rigore è una roba seria”. Se ad ogni contatto simile i giocatori si sentissero in diritto di lasciarsi cadere dovremmo usare i pallottolieri. Quello che aggrava la
    PERCEZIONE del contatto è essenzialmente la castroneria del difensore. Si tende psicologicamente ad essere più severi in questi casi, quando si ha la sensazione che il difensore perda il.controllo del proprio corpo. Ma di fatto non basta toccare per causare una caduta.

  42. Carlo
    Carlo dice:

    Ciao Luca
    Come sempre grazie per le tue disamine che mettono chiarezza in un.mare di opinioni che probabilmente enfatizzano o meno i discorsi a seconda del momento.
    Volevo solo eccepire riguardo il contatto Bennacer Dybala, a mio avviso è quest’ultimo reo di una furbata che taglia la strada col gambone destro all ingenuo Bennacer. A mio avviso rigore molto generoso.

    Grazie
    Carlo

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Copre il pallone.
      Furbata? No, qualità tecnica di coprire il pallone. E sciocchezza di Bennacer che controlla male il pallone per poi franare addosso all’avversario. Non a caso non ha mosso un muscolo dopo il fischio di Calvarese, ben conscio di “averla combinata”.

  43. Anselmo
    Anselmo dice:

    Non c’è altro da dire. Alla faccia degli “avvelenatori di pozzi” e dei loro ipocriti fan.

  44. Luca
    Luca dice:

    Buongiorno Luca, in anzitutto complimenti per le tue esaurienti e istruttive analisi. Sul mani di Bonucci, non è che Calvarese abbia voluto verificare se il tocco sia stato con la sinistra? Buona domenica

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Può essere ma il VAR aveva visto benissimo che si trattava di tocco con la destra.
      La sensazione, che ribadisco, è che a Calvarese abbia voluto togliersi personalmente ogni dubbio dopo l’episodio di Cagliari-Juventus.

  45. Cristian Zannini
    Cristian Zannini dice:

    Buongiorno Luca, sempre grazie e complimenti! Ho pensato subito al contatto Benatia-Vazquez ieri! Ormai le chiacchiere da bar sport sono talmente estese tra gli addetti ai lavori, che in troppi non pensano con la propria testa o quantomeno perdono equilibrio nei giudizi. Io ti seguo dall’inizio. Senza offesa, non ti considero la Bibbia della moviola, ma mi sono sempre fidato del tuo giudizio, su qualsiasi episodio, riferito a qualsiasi squadra, perché sinceramente non ho mai visto un metro di giudizio teso a contestare o screditare l’ arbitro X piuttosto che la squadra Y, non fai campagne contro la Juve, o l’ Inter, o pro Napoli o pro Fiorentina… ed è la tua oggettività, nemmeno l’ imparzialità, il tuo più grande merito. Perché quando un arbitro sbaglia, è giusto farlo notare. Il problema è l’ accanimento nei suoi confronti o il creare delle bizzarre teorie, perché poi alla fine, tutti i tifosi si sentono vittime e perseguitati dalla classe arbitrale! Tutti eh!!! Si lamentano gli juventini, così come i napoletani, gli interisti e così via! Ma un paio di episodi sbagliati non possono decidere un campionato, e difficilmente possono “risolvere” una partita, alla pari di qualche gol sbagliato clamorosamente. O no?

      • Cristian Zannini
        Cristian Zannini dice:

        E questa settimana ti tocca essere juventino. Vediamo oggi come va e lunedì decidiamo per chi tifi questa settimana! Ahahah! Come siamo messi!!!

  46. Carlo
    Carlo dice:

    Ciao Luca
    Come sempre le tue analisi esaminano a fondo le situazioni e regolamento alla mano chiariscono numerosi dubbi.
    La mia perplessità però rimane sul contatto Bennacer Dybala. Dalle immagini è vero che il difensore perde stupidamente il pallone ma recupera quasi subito l errore fatto.
    Dybala nota subito questo e si vede che come sente (e vede) l avversario arrivare, furbescamente allunga la gamba destra a protezione della palla.
    È questo movimento sempre, a mio avviso che sbilancia il difensore e che chiaramente tocca Dybala.
    Poi come tu hai già chiarito si sa che tutti gli attaccanti al contatto crollano però nel caso di specie mi pare una furbata di Dybala.

    Grazie
    Carlo

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Non è furbizia, è occupazione di uno spazio lasciato libero dal controllo erroneo di Bennacer. Quel che accade dopo rientra nel concetto di negligenza che NON presuppone volontarietà ma un fallo dovuto a mancato controllo del proprio corpo. Il fallo, infatti, non si concretizza sul contatto tra le gambe (esso sì un contrasto di gioco) ma sulla successiva dinamica, nel momento in cui Bennacer travolge Dybala ormai in possesso del pallone.

  47. Roberto
    Roberto dice:

    Grazie, ho chiesto l’iscrizione al gruppo fb.
    Una curiosità sulla “strana” barriera interista nella partita di Champions: particolare ma non fallosa, oppure, come ho sentito, il giocatore avrebbe potuto venir sanzionato per comportamento antisportivo?
    Buona domenica.

  48. Marco
    Marco dice:

    Buongiorno Luca.
    Incredibile la “gaffe” della mezza luna sul rinvio che passerà inosservata solo perché irrilevante per il risultato.
    Questo dovrebbe comunque fare riflettere perché personalmente dubito si tratti di ignoranza del regolamento.
    Piuttosto la mente umana ogni tanto va in tilt e semplicemente porta ad errori anche inspiegabili che per coincidenze a volte non pesano mentre altre volte sì.

    • Luca Marelli
      Luca Marelli dice:

      Spero anche io che sia un tilt momentaneo (e capitano, ne sono testimone). Ciò che lascia perplessi è che sia accaduto due volte in pochi secondi…

  49. Fabinho
    Fabinho dice:

    Buongiorno Luca, grazie come al solito per la disamina professionale degli episodi di ieri. Ovviamente il rigore su Dybala non può che farne da padrone. Guocando all’avvicato del diavolo, potrebbe essere il primo movimento a protezione da parte dell’attaccante considerato irregolare, almeno a livello di interpretazione? Sul prosieguo dell’azione il rigore sembra netto, sfortunato l’empolese che non può che travolgere l’argentino. Grazie e buona domenica!

  50. Gennaro Lento
    Gennaro Lento dice:

    Buongiorno Luca, a prescindere dal giudizio sul rigore concesso a Dybala, sul quale peraltro mi trovo perfettamente d’accordo, la postilla sarebbe da incidere sulla roccia. Sono commosso dal fatto che ogni tanto qualcuno lo faccia notare. La maggior parte dei giornalisti sportivi sono il male del calcio italiano e quelli che non partecipano attivamente a questo continuo lavorio di decostruzione della verità sono complici perché non si oppongono in nessun modo.
    Grazie.

  51. jeanloupverdier
    jeanloupverdier dice:

    riguardo la partita Torino-Fiorentina, ritieni sia stato corretto il cartellino giallo a Rincon..? a me è sembrato un intervento molto, molto pericoloso, a gamba tesa.

      • maurizio
        maurizio dice:

        ‘capisco’ (tra virgolette, perchè a tutto c’è un limite) le proteste di Mazzarri sul campo. Capisco molto meno, anzi proprio non tollero, le accuse di complotto più o meno velate fatte nel dopo partite ai microfoni di sky. Secondo me è ora che qualcuno intervenga e si comincino a dare multe e squalifiche.

I commenti sono chiusi.